Cremazione

Pompe Funebri Locatelli, a Clusone in provincia di Bergamo, mette a disposizione tra i suoi tanti servizi funebri anche quello della cremazione della salma.

La cremazione di una persona defunta è ammessa dalla religione cristiana dal 1968. Cinque anni prima, nel 1963, fu Papa Paolo VI, con una bolla apposita, a dichiarare la libertà della cosiddetta “pratica cremazionista”. Oggi, dunque, è possibile scegliere il rito funebre cattolico anche con le ceneri della salma.

Per poter procedere al rito della cremazione bisogna anzitutto lasciare per iscritto la volontà di essere cremato all’interno di un testamento, o sottoscritta e autenticata presso un’associazione di cremazione. In alternativa la volontà di essere cremato può essere affidata verbalmente al coniuge o ad un parente più vicino, che provvederà a metterla per iscritto tramite una richiesta all’Ufficiale dello Stato Civile del luogo del decesso.

Dopo la cerimonia funebre, svolta in modo tradizionale, il feretro viene trasportato al Tempio Crematorio ed immesso nell’impianto automatizzato e monitorato. Una volta terminata tale pratica, le ceneri possono essere tumulate al cimitero, disperse in natura o raccolte in un’urna e affidate ai familiari previa documentazione comunale.

Anche in questo caso Pompe Funebri Locatelli, a Clusone in provincia di Bergamo, si prende carico di tutta l’organizzazione del rito funebre, prima, durante e dopo: dalla consulenza alla famiglia al disbrigo delle pratiche burocratiche obbligatorie, alla fornitura della cassa, dell’urna funeraria, degli addobbi floreali e dell’organizzazione delle esequie che, come nella sepoltura, guidano il caro estinto verso il luogo di pace.